2004-2005

di bianco silenzio

Non è l’albero che voglio fotografare ma ciò che l’attraversa
Si tratta di passare attraverso per raggiungere
Di tempo finalmente vinto
Sono spazi di silenzio, segreti ed oscuri, cui cerco di dare un senso.
Diceva Balthus: “ore incomparabili nel loro silenzio come un mondo aperto alla propria notte”
Una solitudine esigente per poter avanzare.